Il fenomeno di metropolizzazione implica la previsione o realizzazione di strutture di scala regionale o nazionale in contesti locali di medie e piccole dimensioni. Se da un lato esse rappresentano un’opportunità di sviluppo economico, le esternalità di tipo ambientale e soprattutto sulla struttura sociale, divengono barriere non superabili se non attraverso una precisa strategia di scala vasta capace di governare i fenomeni. Nel caso specifico del centro multifunzionale Westfield Milan, in fase nella città di Segrate (MI), la misura delle esternalità (positive e negative) è difficilmente definibile mancando un benchmarking verificato per casi simili. La risposta sta quindi in un approccio flessibile ai fenomeni che necessitano di un continuo monitoraggio, tra cui le dinamiche operative. Il paper intende affrontare le conseguenze fisiche e sociali che derivano da programmazione/pianificazione di strutture di ampio livello sovralocale, in realtà locali consolidate. Il tema trova riferimenti nel rapporto tra trasformazioni territorialmente e spazialmente definite che hanno impatti (economici, sociali, di mobilità, ecc.) a geografia variabile, ma certamente almeno metropolitana. Lo sviluppo delle realtà metropolitane, che avviene in maniera talvolta episodica (ad esempio grandi eventi, trasformazioni infrastrutturali, polifunzionali), crea una pressione notevole sulla gestione locale dei fenomeni ad essi relativi.

Impatto sui modelli abitativi di strutture di scala nazionale: il caso del centro multifunzionale Westfield a Segrate

De Lotto Roberto
Conceptualization
;
Venco Elisabetta
Methodology
;
Pietra Caterina
Formal Analysis
2020

Abstract

Il fenomeno di metropolizzazione implica la previsione o realizzazione di strutture di scala regionale o nazionale in contesti locali di medie e piccole dimensioni. Se da un lato esse rappresentano un’opportunità di sviluppo economico, le esternalità di tipo ambientale e soprattutto sulla struttura sociale, divengono barriere non superabili se non attraverso una precisa strategia di scala vasta capace di governare i fenomeni. Nel caso specifico del centro multifunzionale Westfield Milan, in fase nella città di Segrate (MI), la misura delle esternalità (positive e negative) è difficilmente definibile mancando un benchmarking verificato per casi simili. La risposta sta quindi in un approccio flessibile ai fenomeni che necessitano di un continuo monitoraggio, tra cui le dinamiche operative. Il paper intende affrontare le conseguenze fisiche e sociali che derivano da programmazione/pianificazione di strutture di ampio livello sovralocale, in realtà locali consolidate. Il tema trova riferimenti nel rapporto tra trasformazioni territorialmente e spazialmente definite che hanno impatti (economici, sociali, di mobilità, ecc.) a geografia variabile, ma certamente almeno metropolitana. Lo sviluppo delle realtà metropolitane, che avviene in maniera talvolta episodica (ad esempio grandi eventi, trasformazioni infrastrutturali, polifunzionali), crea una pressione notevole sulla gestione locale dei fenomeni ad essi relativi.
9788899237219
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11571/1419575
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact