Osvaldo Gnocchi-Viani, amico di Prospero Moisé Loria e fra i primi coraggiosi animatori della Società Umanitaria, rappresenta una delle figure più caratteristiche e insieme tuttora sconosciute, di quel singolare ambiente milanese, che tra la fine dell'800 e i primi del '900 ha fatto da fertile laboratorio per un rinnovamento civile e culturale, in grado di inserire l'ltalia nel grande dibattito dell'Europa contemporanea. Da qui nasce l'importanza del saggio di Gnocchi-Viani sui sansimoniani, un prezioso inedito rimasto a lungo nel silenzio degli archivi dell'Umanitaria e riproposto da Giovanna Angelini, che ne illustra il valore storiografico e gli originali contenuti etico-politici. Attraverso gli insegnamenti, i progetti, le riflessioni di Saint-Simon e dei suoi discepoli emerge così la nuova lettura che del sansimonismo dà Gnocchi-Viani, capace di coglierne i succhi vitali e legarli alla grande tradizione di un socialismo estraneo alla "vulgata" marxista e nutrito di quelle istanze liberali e libertarie, destinate più tardi a rivivere anche nel programma di Carlo Rosselli e di quanti continuano a credere nel perenne binomio di giustizia e libertà.

I sansimoniani

ANGELINI, GIOVANNA
1996

Abstract

Osvaldo Gnocchi-Viani, amico di Prospero Moisé Loria e fra i primi coraggiosi animatori della Società Umanitaria, rappresenta una delle figure più caratteristiche e insieme tuttora sconosciute, di quel singolare ambiente milanese, che tra la fine dell'800 e i primi del '900 ha fatto da fertile laboratorio per un rinnovamento civile e culturale, in grado di inserire l'ltalia nel grande dibattito dell'Europa contemporanea. Da qui nasce l'importanza del saggio di Gnocchi-Viani sui sansimoniani, un prezioso inedito rimasto a lungo nel silenzio degli archivi dell'Umanitaria e riproposto da Giovanna Angelini, che ne illustra il valore storiografico e gli originali contenuti etico-politici. Attraverso gli insegnamenti, i progetti, le riflessioni di Saint-Simon e dei suoi discepoli emerge così la nuova lettura che del sansimonismo dà Gnocchi-Viani, capace di coglierne i succhi vitali e legarli alla grande tradizione di un socialismo estraneo alla "vulgata" marxista e nutrito di quelle istanze liberali e libertarie, destinate più tardi a rivivere anche nel programma di Carlo Rosselli e di quanti continuano a credere nel perenne binomio di giustizia e libertà.
13: 9788820498771
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11571/148240
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact