Introduzione a: L. Sterne, "Viaggio sentimentale" nella versione di Ugo Foscolo