L'inesistenza negoziale tra dogmatica e semantica