L'invenzione di un paesaggio culturale d'eccellenza (l'Engadina) a partire dalla sua consacrazione filosofica (Nietzsche) e pittorica (Segantini) con la crescente fortuna successiva, ulteriormente sancita dalle riflessioni di altri filosofi. Viene riportato e commentato un saggio di Ernst Bloch, "Dal Maloia a Chiavenna".

Engadina e Bregaglia, paesaggi dell'anima

BONESIO, LUISA MARIA ANTONIETTA
2005

Abstract

L'invenzione di un paesaggio culturale d'eccellenza (l'Engadina) a partire dalla sua consacrazione filosofica (Nietzsche) e pittorica (Segantini) con la crescente fortuna successiva, ulteriormente sancita dalle riflessioni di altri filosofi. Viene riportato e commentato un saggio di Ernst Bloch, "Dal Maloia a Chiavenna".
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11571/101076
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact