La percezione dell’alterità come rischio di contagio