Confutazione dei principali argomenti addotti contro l'ammissibilità dei referendum elettorali e, in particolare, della legge per l'elezione del Senato (legge n. 29 del 1948). I referendum modificativi (c.d. "manipolativi") non sono esclusi dall'art. 75 della Cost., come suffragato dalla stessa giurisprudenza costituzionale - La presunta volontà del Costituente di sottrarre le leggi elettorali all'abrogazione popolare non può essere rilevante in mancanza di qualsiasi possibilità di sindacare gli interna corporis dell'Assemblea costituente - Il quesito proposto agli elettori è assolutamente chiaro e univoco - La nuova disciplina prodotta dall'esito abrogativo della consultazione popolare sarebbe immediatamente suscettibile di applicazione.

Il referendum è costituzionalmente ammissibile

BETTINELLI, ERNESTO
1991

Abstract

Confutazione dei principali argomenti addotti contro l'ammissibilità dei referendum elettorali e, in particolare, della legge per l'elezione del Senato (legge n. 29 del 1948). I referendum modificativi (c.d. "manipolativi") non sono esclusi dall'art. 75 della Cost., come suffragato dalla stessa giurisprudenza costituzionale - La presunta volontà del Costituente di sottrarre le leggi elettorali all'abrogazione popolare non può essere rilevante in mancanza di qualsiasi possibilità di sindacare gli interna corporis dell'Assemblea costituente - Il quesito proposto agli elettori è assolutamente chiaro e univoco - La nuova disciplina prodotta dall'esito abrogativo della consultazione popolare sarebbe immediatamente suscettibile di applicazione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11571/103219
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact