Alcune note su di un metodo per il calcolo delle capacità di gap nelle strutture a microstriscia