L’impaginazione dei "Quaderni" e le note su Labriola