Lo "statuto" dell'opposizione