'E cussì infinitamente vene la moria grande': Città e medici difronte alla peste