Tre parafrasi anonime bizantine del canone giambico pentecostale attribuito a Giovanni Damasceno