Sulla nomina a giudice di cassazione