L'"ideologia burocratica": i funzionari regionali