La formazione della biblioteca umanistica: libri per sé, libri degli altri