“Guardate qui, mucchio di casinari da cantina”: Bob Dylan al lavoro sottoterra