“Mi chiamano Mimì”. Vita artistica di una primadonna tra performance e agency