Le analisi dei testi di Marziale e di Stazio riguardanti i provvedimenti di correctio morum con cui Domiziano intese contrastare la creazione di eunuchi a scopo di piacere sessuale e la prostituzione infantile mettono in evidenza come la poesia cortigiana di età flavia non sia interessata a individuare l'esatto momento storico in cui tali provvedimenti furono presi quanto piuttosto a celebrare la permanenza dei loro positivi effetti sulla società contemporanea.

Marziale, Stazio e i provvedimenti domizianei su castrazione e prostituzione infantile

CANOBBIO, ALBERTO
2017

Abstract

Le analisi dei testi di Marziale e di Stazio riguardanti i provvedimenti di correctio morum con cui Domiziano intese contrastare la creazione di eunuchi a scopo di piacere sessuale e la prostituzione infantile mettono in evidenza come la poesia cortigiana di età flavia non sia interessata a individuare l'esatto momento storico in cui tali provvedimenti furono presi quanto piuttosto a celebrare la permanenza dei loro positivi effetti sulla società contemporanea.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11571/1190229
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact