I Sonetti et Canzoni di Iacopo Sannazaro: tracce di una diacronia del macrotesto