Giorgio Manganelli, Estrosità rigorose di un consulente editoriale