Realtà e congettura nella cartografia antica