Agostino, i medievali e il buon uso delle passioni