Post-verità o post-biblioteche?