L'articolo pone a confronto la disciplina cui sono sottoposte le banche quotate in materia di operazioni con parti correlate in conseguenza dei principi sanciti dalla Consob nel Regolamento del 12 marzo 2010 n. 17221 e delle disposizione emanate da Banca d'Italia nel Titolo V, Capitolo 5 della Circolare n. 263 del 27 dicembre 2006, contenente le «Nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche» ed evidenzia in particolare le sovrapposizioni tra le due regolamentazione e il loro mancato coordinamento.

BANCHE QUOTATE E PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE: PRINCIPI CONSOB E DISPOSIZIONI DELLA BANCA D’ITALIA

Mariasofia Houben
2014

Abstract

L'articolo pone a confronto la disciplina cui sono sottoposte le banche quotate in materia di operazioni con parti correlate in conseguenza dei principi sanciti dalla Consob nel Regolamento del 12 marzo 2010 n. 17221 e delle disposizione emanate da Banca d'Italia nel Titolo V, Capitolo 5 della Circolare n. 263 del 27 dicembre 2006, contenente le «Nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche» ed evidenzia in particolare le sovrapposizioni tra le due regolamentazione e il loro mancato coordinamento.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11571/1225725
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact