Recensione a Fulvio Conti, Italia immaginata. Sentimenti, memoria e politica tra Otto e Novecento