Il saggio offre una panoramica dell’istruzione primaria e secondaria a Cremona all’indomani della legge Casati, ricostruendo le complesse fasi di transizione dal sistema austriaco a quello piemontese e poi italiano. Per ciascuno dei rami previsti dal regio provvedimento, ci si sofferma in particolare sulla composizione del corpo docente e sulle discipline insegnate, alcune delle quali rappresentano casi significativi di veri e propri “curricoli in divenire”. Il contributo si chiude con una riflessione circa le nuove forme di protagonismo civico attivate dalla locale borghesia delle professioni, a partire da alcuni casi concreti.

La scuola a Cremona all’indomani della legge Casati. Curricoli e corpo docente

Matteo Morandi
2019

Abstract

Il saggio offre una panoramica dell’istruzione primaria e secondaria a Cremona all’indomani della legge Casati, ricostruendo le complesse fasi di transizione dal sistema austriaco a quello piemontese e poi italiano. Per ciascuno dei rami previsti dal regio provvedimento, ci si sofferma in particolare sulla composizione del corpo docente e sulle discipline insegnate, alcune delle quali rappresentano casi significativi di veri e propri “curricoli in divenire”. Il contributo si chiude con una riflessione circa le nuove forme di protagonismo civico attivate dalla locale borghesia delle professioni, a partire da alcuni casi concreti.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11571/1297426
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact