Parlare di esperienze ineffabili. La parola critica teatrale alle origini della Moderne