Nella Zona. Leggere Auerbach attraverso Pynchon