Segnali discorsivi e contatto linguistico. Il caso di no?