L'articolo indaga le modalità con le quali è preservata la riservatezza dei dati relativi all’esistenza e alla gestione della crisi nelle diverse fasi delle procedure dirette a incentivare la sua pronta emersione. Più nello specifico esso mira a ricostruire gli strumenti che ne presidiano l’applicazione, in particolare verificando l’esistenza e la tipologia delle fattispecie di sanzioni civili configurabili in caso di loro violazione. Uno spazio è riservato ad alcune riflessioni in merito alla consistenza e all’effettività dell’impiantonormativo così delineato e dunque alla sua capacità di incentivare l’emersione e la gestione anticipata di situazioni di difficoltà.

I DOVERI DI RISERVATEZZA NELLE PROCEDURE DI ALLERTA E DI COMPOSIZIONE ASSISTITA DELLA CRISI

Mariasofia Houben
2020

Abstract

L'articolo indaga le modalità con le quali è preservata la riservatezza dei dati relativi all’esistenza e alla gestione della crisi nelle diverse fasi delle procedure dirette a incentivare la sua pronta emersione. Più nello specifico esso mira a ricostruire gli strumenti che ne presidiano l’applicazione, in particolare verificando l’esistenza e la tipologia delle fattispecie di sanzioni civili configurabili in caso di loro violazione. Uno spazio è riservato ad alcune riflessioni in merito alla consistenza e all’effettività dell’impiantonormativo così delineato e dunque alla sua capacità di incentivare l’emersione e la gestione anticipata di situazioni di difficoltà.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11571/1348914
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact