La traduzione della lingua filosofica di Platone: alcune riflessioni sul significato di ousia