Platone e l'inattualità (attuale) dell'utopia normativa. Un profilo di Mario Vegetti