Una breve ricognizione sulle funzioni del consilium principis alla luce di D. 37.14.17pr.-1. Si dimostra che, in tale circostanza, l'interevento dei divi fratres e i ripensamenti di Volusio Meciano furono, almeno in parte, determinati dall'intervento di due importanti esponenti dell'ordine senatorio: i due fratelli Quintilii, stretti collaboratori dell'imperatore Marco Aurelio.

Rescripta e consilium principis: una breve nota su D. 37.14.17pr.-1

Valerio Marotta
2020

Abstract

Una breve ricognizione sulle funzioni del consilium principis alla luce di D. 37.14.17pr.-1. Si dimostra che, in tale circostanza, l'interevento dei divi fratres e i ripensamenti di Volusio Meciano furono, almeno in parte, determinati dall'intervento di due importanti esponenti dell'ordine senatorio: i due fratelli Quintilii, stretti collaboratori dell'imperatore Marco Aurelio.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11571/1380254
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact