Covid-19 e presupposizione