Editoriale. Persona e formazioni sociali, tra diritti individuali e diritti collettivi