“Le Cimetière marin” di Paul Valéry nella traduzione di Graziana Pentich (con Giorgetto Giorgi)