Le Sezioni Unite affermano che l’art. 609-bis, comma 1, c.p. può trovare applicazione quando l’agente costringe taluno a compiere o subire un atto sessuale, strumentalizzando una posizione comunque determinata di supremazia. La decisione, animata dall’intento di massimizzare la tutela penale della libertà sessuale della persona, suscita notevoli perplessità sotto il profilo del principio di legalità.

La violenza sessuale con abuso di autorità al vaglio delle Sezioni Unite

Braschi Sofia
2021

Abstract

Le Sezioni Unite affermano che l’art. 609-bis, comma 1, c.p. può trovare applicazione quando l’agente costringe taluno a compiere o subire un atto sessuale, strumentalizzando una posizione comunque determinata di supremazia. La decisione, animata dall’intento di massimizzare la tutela penale della libertà sessuale della persona, suscita notevoli perplessità sotto il profilo del principio di legalità.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11571/1447786
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact