Il 27 dicembre 1818 Maria Luisa di Borbone, regina d’Etruria e duchessa di Lucca, firmava il primo Ordine Reale nel quale era nominato Pietro Paoli di Lucca il Direttore di tutti i lavori di abbellimento alla pubblica passeggiata della Muraglia ed altri simil natura. Era il primo importante provvedimento attuato per la città di Lucca e finalizzato ad istituire la Direzione dei Pubblici Abbellimenti che interessava sia il centro storico che le sue mura. Dieci anni più tardi, nell’aprile del 1828, il figlio Carlo Lodovico aboliva la Direzione nata nel 1818 a favore della istituzione della Regia Deputazione degli Edili che aveva funzioni di vigilanza e di direzione generale dei lavori eseguiti sulle principali fabbriche e sul passeggio delle mura. A distanza di duecento anni (1818-2018) da questo primo importante conferimento istituzionale finalizzato all’abbellimento della città il volume ha inteso analizzare la documentazione conservata presso l’Archivio Storico Comunale della città di Lucca al fine di renderla disponibile a quanti si occupano della conservazione e della valorizzazione del patrimonio urbano. Un esempio quello di Lucca per tornare a riflettere sul valore dell’estetica della città e sui concetti della “bellezza” all’interno di un ambiente la cui multiculturalità negli ultimi anni ha rinnovato canoni e paradigmi di riferimento.

LUCCA 1818 Storia di un abbellimento urbano

OLIMPIA NIGLIO
2018

Abstract

Il 27 dicembre 1818 Maria Luisa di Borbone, regina d’Etruria e duchessa di Lucca, firmava il primo Ordine Reale nel quale era nominato Pietro Paoli di Lucca il Direttore di tutti i lavori di abbellimento alla pubblica passeggiata della Muraglia ed altri simil natura. Era il primo importante provvedimento attuato per la città di Lucca e finalizzato ad istituire la Direzione dei Pubblici Abbellimenti che interessava sia il centro storico che le sue mura. Dieci anni più tardi, nell’aprile del 1828, il figlio Carlo Lodovico aboliva la Direzione nata nel 1818 a favore della istituzione della Regia Deputazione degli Edili che aveva funzioni di vigilanza e di direzione generale dei lavori eseguiti sulle principali fabbriche e sul passeggio delle mura. A distanza di duecento anni (1818-2018) da questo primo importante conferimento istituzionale finalizzato all’abbellimento della città il volume ha inteso analizzare la documentazione conservata presso l’Archivio Storico Comunale della città di Lucca al fine di renderla disponibile a quanti si occupano della conservazione e della valorizzazione del patrimonio urbano. Un esempio quello di Lucca per tornare a riflettere sul valore dell’estetica della città e sui concetti della “bellezza” all’interno di un ambiente la cui multiculturalità negli ultimi anni ha rinnovato canoni e paradigmi di riferimento.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11571/1448248
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact