Viene criticata l'attribuzione di Derrida alla svolta linguistica, e viene analizzata la sua trattazione della sovranità come interruzione della normalità. Si mostra quindi che la sovranità dell'origine per Derrida diviene bête in modo diverso dal divenir bête teorizzato da Deleuze.

Derrida e l'assenza di un fuori-testo. Il sovrano bête

Luca Bagetto
2020

Abstract

Viene criticata l'attribuzione di Derrida alla svolta linguistica, e viene analizzata la sua trattazione della sovranità come interruzione della normalità. Si mostra quindi che la sovranità dell'origine per Derrida diviene bête in modo diverso dal divenir bête teorizzato da Deleuze.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11571/1459805
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact