L’analisi del celebre episodio di Menenio Agrippa come narrato da Livio (2,32) dimostra che lo storiografo non intende semplicemente esporre gli avvenimenti, ma adotta strumenti linguistici e compositivi per presentarli secondo la propria visione politica. L’articolo propone un’analisi formale e contenutistica dei tratti salienti del testo liviano e degli interventi sul tema dei suc cessivi scrittori di breviarii, che espongono l’episodio dal proprio punto di vista, specchio di un mutato ambiente politico e culturale

Riletture funzionali dell'apologo di Menenio Agrippa in età imperiale

GASTI
2022

Abstract

L’analisi del celebre episodio di Menenio Agrippa come narrato da Livio (2,32) dimostra che lo storiografo non intende semplicemente esporre gli avvenimenti, ma adotta strumenti linguistici e compositivi per presentarli secondo la propria visione politica. L’articolo propone un’analisi formale e contenutistica dei tratti salienti del testo liviano e degli interventi sul tema dei suc cessivi scrittori di breviarii, che espongono l’episodio dal proprio punto di vista, specchio di un mutato ambiente politico e culturale
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11571/1460006
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact