Il cavallo di Troia: fu sola astuzia?