Note su forme quadratiche libere e condizionate e sul riconoscimento del segno tramite minori