Il giovane Montale e l'editoria d'Oltralpe