Visione e pregiudizio, da Eraclito alla tv