I democratici americani a metà del guado