Nel mese di maggio del 2002, sono stati effettuati sette campionamenti d'intonaco sulla parete ovest del Cortile Grande all'ingresso di Via San Felice, nel contesto architettonico dell'ex monastero di San Felice in Pavia. Lo scopo dell'indagine è stato quello di valutare, attraverso le differenti tipologie di materiali gli interventi effettuati sull'edificio sottoposto ad indagine nelle differenti epoche storiche. I prelievi riguardano diversi strati di intonaco, intonaco graffito con colore bianco, intonaco affrescato con colori rosso e verde, intonaco affrescato con colore rosso, intonaco superficiale con tintura di finitura di colore giallo, ed infine lacerti di intonaco affrescato. Le indagini qualitative sono state condotte mediante Spettroscopia micro-Raman e Microscopia Elettronica a Scansione con Microanalisi a Dispersione di Energia (SEM/EDS). Dal confronto dei risultati ottenuti, mediante questo studio, risulta che i pigmenti utilizzati per i colori sono di origine minerale naturale mentre gli intonaci sottostanti risultano essere costituiti principalmente da CaCO3con diversi gradi di alterazione.

Indagini chimico-fisiche su campioni di intonaco provenienti del ex-Monastero di San Felice.

MELONI, SANDRO;ODDONE, MASSIMO
2004

Abstract

Nel mese di maggio del 2002, sono stati effettuati sette campionamenti d'intonaco sulla parete ovest del Cortile Grande all'ingresso di Via San Felice, nel contesto architettonico dell'ex monastero di San Felice in Pavia. Lo scopo dell'indagine è stato quello di valutare, attraverso le differenti tipologie di materiali gli interventi effettuati sull'edificio sottoposto ad indagine nelle differenti epoche storiche. I prelievi riguardano diversi strati di intonaco, intonaco graffito con colore bianco, intonaco affrescato con colori rosso e verde, intonaco affrescato con colore rosso, intonaco superficiale con tintura di finitura di colore giallo, ed infine lacerti di intonaco affrescato. Le indagini qualitative sono state condotte mediante Spettroscopia micro-Raman e Microscopia Elettronica a Scansione con Microanalisi a Dispersione di Energia (SEM/EDS). Dal confronto dei risultati ottenuti, mediante questo studio, risulta che i pigmenti utilizzati per i colori sono di origine minerale naturale mentre gli intonaci sottostanti risultano essere costituiti principalmente da CaCO3con diversi gradi di alterazione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11571/21547
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact