Vittima o carnefice? La rappresentazione della donna nel gotico italiano