Relazioni sintagmatiche e parole-chiave nei cori tragici di Seneca