La Carta Costituzionale Europea e le politiche per il lavoro: democrazia politica o dittatura economica?