Con la morte, l'uomo perde il diritto al rispetto della vita privata?